Spaghetti al sugo di peperoni con Raspadura

Le origini del porro sono ancora oggi incerte, pare infatti che risalga ad oltre 4000 anni fa e che costituisse l'ingrediente più importante dei pasti degli schiavi egiziani impegnati nella costruzione delle piramidi. Attraverso l'Antica Grecia e l'Antica Roma, il porro è arrivato in Italia e alcune fonti sostengono che Nerone mangiasse una zuppa di porri ogni giorno con lo scopo di migliorare la voce.

Ingredienti

Ingredienti per 1/2 porzioni
  • Raspadura Bella Lodi 50g
  • spaghetti 150g
  • peperone giallo 100g
  • pomodorini 50g
  • porro 30g
  • olio extra vergine

Preparazione

  1. In una padella antiaderente scalda quattro cucchiai d'olio.
  2. Salta in padella il porro a fettine, il peperone a listarelle e i pomodorini a cubetti per 12 minuti. Aggiungi sale e pepe a piacere.
  3. Terminata la cottura frulla le verdure con un frullatore a immersione.
  4. Scola gli spaghetti ancora al dente nella padella in cui hai cotto le verdure e aggiungi il sughetto preparato in precedenza. Mischia accuratamente.
  5. Forma un nido con gli spaghetti e impiattali con qualche pomodorino a cubetti.
  6. Guarnisci con una rosa di Raspadura Bella Lodi.

Buon appetito!

Ricette da non perdere

1 2 3 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Prodotto
tradizionale
italiano
Prodotto
con energia
100% pulita
Latte
crudo
Km zero
Gusto unico
da fermenti
selezionati
Naturalmente priva di lattosio
crossmenuchevron-leftchevron-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram